72° Anniversario della strage di Collelungo, Vallerotonda (FR)

Il 28 dicembre del 1943 a Collelungo di Vallerotonda (FR), sul greto dei Rio Chiaro, per mano di militari della Wehrmacht, perdevano la vita 42 civili, tra cui bambini, donne, anziani e quattro soldati allo sbando del neo disciolto esercito italiano.

Ancora oggi le motivazioni di questa carneficina sono pressoché ignote ed essa arricchisce la lista delle innumervoli atrocità che hanno caratterizzato gli anni bui del secondo conflitto mondiale. Come ogni anno i membri dell’Associazione Linea Gustav, congiuntamente al Comune e alla Proloco di Vallerotonda, alle associazioni Battaglia di Cassino, Winter Line, Historicus, e a quanti, con la loro presenza, intendano mantenere vivo il ricordo del tragico evento, si ritroveranno a partire  dalle ore 11.15 circa nei pressi della fonte d’acqua sita all’inizio della salita che conduce al luogo del martirio. Essa è raggiungibile percorrendo la strada di accesso alle opere di presa di Rio Chiaro della c.le di San Biagio Saracinisco, all'altezza del monumento ai bersaglieri. Inoltre alle ore 10:00, a Cardito di Vallerotonda, si terrà una messa in suffragio delle vittime e nel pomeriggio alle ore 16:00, nei pressi della palestra comunale, avrà luogo una ulteriore cerimonia organizzata dal Comune di Vallerotonda e dalla locale Proloco.

Per approfondimenti: 

Costantino Jadecola, L'eccidio di Collelungo - 28 dicembre 1943

 

Reportage fotografico dell'evento: Enea Marinelli